Elementi filtranti in microfibra di vetro borosilicato: cosa sono e perché sono così speciali?

Cos’è un elemento in microfibra di vetro borosilicato?

Il vetro borosilicato è conosciuto e ampiamente utilizzato nell’industria del vetro, in particolare per la vetreria da laboratorio, essendo costituito da boro e silice, e le microfibre sono ciò che dicono di essere, fibre molto fini di diametri e lunghezze specifici mescolate e formate in un maniero specifico per produrre una matrice con determinate dimensioni di area libera dipendenti dal grado.

Microfibre di vetro borosilicato
Microfibre di vetro borosilicato

Perché gli elementi in microfibra di vetro borosilicato sono così adatti per la filtrazione del particolato e della coalescenza?

Le fibre sono selezionate, trattate e formate in modo tale da formare un labirinto molto stretto che ha un’enorme quantità di area libera, il labirinto fa cambiare costantemente direzione alle particelle o agli aerosol e mentre fanno la loro velocità diminuisce fino a catturarli dalle fibre di vetro.

Come vengono catturati?

O arrivano a uno spazio troppo piccolo per essere attraversati o si impigliano nelle fibre, che a causa del modo in cui sono trattate hanno una superficie che cattura piccole particelle e aerosol. Ciò è accentuato dal fatto che le fibre hanno anche una carica statica, anche se normalmente sono ricoperte da un qualche tipo di legante. In questa fase i filtri a coalescenza e antiparticolato si comportano in modo diverso.

Con i filtri antiparticolato le particelle vengono tenute ferme e man mano che più si attaccano allo stesso punto; più sono tenuti. A causa del fatto che c’è così tanta area libera all’interno del labirinto, viene trattenuta un’enorme quantità di sporco rispetto alle dimensioni dell’elemento filtrante. In effetti, viene trattenuto molto più sporco di qualsiasi altro tipo di elemento, prima che l’elemento diventi troppo bloccato o accecato e debba essere cambiato.

Un elemento coalescente è costruito con uno strato sottile di microfibre di vetro borosilicato descritto sopra, con uno strato più grossolano di microfibre di vetro borosilicato formato all’esterno dello strato sottile. Quando l’aerosol viene catturato nello strato sottile, gradualmente iniziano a raggrupparsi e quando si formano le goccioline iniziano a muoversi in parte per azione capillare e in parte dal flusso di fluido attraverso l’elemento. Mentre si muovono raccolgono più aerosol rendendo le goccioline più grandi, ma nello strato sottile la loro crescita è limitata, fino a quando non si spostano nello strato grosso, dove le goccioline possono davvero iniziare a formarsi. Queste goccioline si muovono e crescono gradualmente per tutto il tempo fino a raggiungere l’esterno dell’elemento, dove si può vedere chiaramente che si formano e scendono lungo il lato dell’elemento per poi cadere dall’estremità.

Nessun altro elemento funziona in modo efficiente o raccoglie tante particelle o tanto aerosol come un elemento in microfibra di vetro borosilicato.

 

Puoi lasciare un commento qui sotto o contattarci chiamando il +44 (0)1634 724224, utilizza il modulo a destra o inviaci una mail a [email protected]

 

Messaggi simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.